Risultati della ricerca

Roma, Torpignattara – Via Casilina

€ 200.000
Via Casilina 368, ,
aggiungi ai preferiti
In Vendita

Roma, Torpignattara – Via Casilina all’incrocio tra le due vie appartamento posto al quarto piano in una palazzina di sei piani dotata di ascensore. L’immobile si compone di: ampio ingresso, soggiorno doppio, due camere, cucina, servizio, ripostiglio e balcone. Impianto di riscaldamento con contabilizzatori. Da rivedere nel suo stato interno con possibilità di ridistribuzione degli spazi interni. Tripla esposizione e doppio affaccio.

Tor Pignattara è un quartiere del Municipio V di Roma Capitale. Sorge nel quadrante Sud- Orientale, lungo la Via Casilina e i suoi confini sono segnati dalla ferrovia Roma Napoli, che lo divide a ovest dal Quadraro ed a nord dal Mandrione, a sud dall’aeroporto Francesco Baracca e dal Parco di Centocelle e ad est dalla via Casilina.
Il quartiere sorge prima come villaggio rurale alla fine dell’Ottocento – documentato da un’inchiesta del Ministero dell’Agricoltura che lo evidenzia come esempio di tenuta agricola all’avanguardia per tecnologia e produzione nell’inchiesta del 1884 – e poi come stazione sanitaria per la cura antimalarica, grazie alla disponibilità e all’intuizione della proprietaria della tenuta Annamaria Caracciolo che ne comprende le potenziali nello sviluppo urbano.

Il villaggio agricolo diviene a tutti gli effetti parte integrante della città nella notte fra il 17 e il 18 luglio 1927, quando l’amministrazione capitolina sposta il confine della cinta daziaria – allora spartiacque per la tassazione dei terreni dentro il confine comunale – da Ponte Casilino a via dell’Aeroporto di Centocelle. Ma già a partire dal 1925 il quartiere – parte del suburbio Tuscolano – è definito il primo insediamento del quadrante sud-orientale di Roma.

L’insolito nome tradisce un passato antico. Già nell’Alto Medioevo, quando la lingua latina era ormai espressione delle sole classi nobili e dei religiosi, i romani identificavano il mausoleo di sant’Elena, madre dell’Imperatore Costantino, eretto a circa tre chilometri da Porta Maggiore, come “Torre delle pignatte”, per la presenza delle grandi anfore usate nella costruzione della copertura della volta della tomba della madre imperatrice. Ma le spoglie della santa furono traslate nella chiesa dell’Ara Coeli nel 1130 per volere di Innocenzo II. Fin dal 1768 il sarcofago è stato conservato in quelli che oggi sono i Musei Vaticani.

Al toponimo del quartiere si ricongiunge anche quello dell’area del Comprensorio Casilino: ad duas lauros, ovvero la regione suburbana imperiale, di matrice pagana perché di proprietà dell’Imperatore Massenzio, che qui volle il suo Campo Marzio con annesso cimitero. I due allori – forse due piante vere presenti all’entrata della proprietà imperiale o due pitture di “lauros” rappresentati al cancello – sono ancora oggi presenti nell’identità del paesaggio e del tessuto urbano, a ricordo di uno spazio della città che fu da un lato terreno di scontro ideologico fra paganesimo (Massenzio) e cristianesimo (Costantino) e la culla della cristianità occidentale. L’area fu utilizzata come luogo di sepoltura cristiana a partire dal III secolo a.C, praticamente affiancandosi – senza di fatto destare alcuno scontro ideologico – al cimitero pagano degli “equites singurales Augusti – ospitando famiglie aristocratiche e di fatto continuando la tradizione nobiliare. Con la conquista del potere da parte di Costantino, l’imperatore volle trasformare l’area in uno spazio scenografico di esaltazione del nuovo potere, realizzato soprattutto grazie all’adozione della nuova religione cristiana portata dall’Oriente dalla mamma Elena. Per questa ragione il luogo, che fu il martirio dei Santi Marcellino e Pietro, divenne la regione augustea di realizzazione della Basilica Costantiniana e poi del mausoleo di Elena.

Nel Medioevo la tradizione cristiana sopravvisse nel passaggio dei pellegrini verso Roma. La presenza della tradizione sepolcrale cristiana fu luogo di pellegrinaggi e di devozione verso i martiri cristiani e verso la fondatrice – senza titolo – della cristianità occidentale: Elena. Nel paesaggio medievale svettano le torri delle tenute agricole, nei toponimi riecheggiano le presenza di fiumi – la Marranella fra tutti – delle tenute – Villa Certosa, detta la Favorita – e delle vestigia antiche – come l’Acquedotto Alessandrino. Ma bisogna arrivare, o tornare se si segue la scansione di questo racconto, alla fine dell’Ottocento per ritrovare le tessere del mosaico della storia di Tor Pignattara e ritrovare l’identità e la complessità di un territorio che apre le braccia al visitatore per accoglierlo e lasciare la sua impronta per sempre.

A Tor Pignattara, dopotutto, non si viene per caso.

indirizzo: Via Casilina 368
Città:
Stato:
CAP: 00177
Paese: Italy
ID immobile: 64684
Prezzo: € 200.000
Dimensioni Immobile: 115 m2
Locali: 3
Servizi: 1
Anno Costruzione: 1960
Piano Immobile: 4
Totale Piani: 6
Classe Epi: g
Kwh/mq Annuo: 175
Spese Condominiali (€): 65
Riscaldamento Centralizzato
Balcone
Ascensore
Da ristrutturare

Sei interessato a questo immobile? Lascia una richiesta all'Agenzia


Dettagli Agenzia

Ag. Acqua Bullicante

Via di Acqua Bullicante, 239AB ROMA

Contattaci

Confronta immobili

Annunci Correlati

In Vendita

Roma, Monteverde Nuovo – Via di Donna Olim...

21 60 m2
Roma, Monteverde Nuovo – Via di Donna Olimpia, proponiamo la vendita di un bilocale ...
Roma, Monteverde Nuovo – Via di Donna Olimpia, proponiamo la vendita di un bilocale posto al settimo ed ultimo piano ...
€ 149.000
In Vendita

Roma, Coppedè – Via Tagliamento

21 75 m2
Roma, Coppedè – Via Tagliamento, nella parte più incantevole del quartiere Coppedè in contesto ...
Roma, Coppedè – Via Tagliamento, nella parte più incantevole del quartiere Coppedè in contesto tranquillo e signorile in comprensorio d’epoca ...
€ 429.000
In Vendita

Roma, Porta Furba – Vicolo di Villa Berta

32 120 m2
Roma, Porta Furba – Vicolo di Villa Berta nelle immediate vicinanze della fermata della ...
Roma, Porta Furba – Vicolo di Villa Berta nelle immediate vicinanze della fermata della metropolitana A “Arco di Travertino” a ...
€ 250.000
  • Trova la tua casa

    Altre opzioni di ricerca
  • Cattura il QR Code dell'immobile