Risultati della ricerca

Le vostre domande – Gennaio 2020

Pubblicato da quadrifoglio on 11 gennaio 2020
| 0

Quadrifoglio Immobiliare risponde

D. Può l’ Amministratore esporre in bacheca la copia della lettura indirizzata ad alcuni condomini nuovi?

R. No, tali comunicazioni devono essere riservate ai condomini dello stabile e non possono essere esposte in bacheca condominiale. Non osservando tale obbligo può essere denunciato anche penalmente.

D. Se un condominio abusa di un bene condominiale, chi deve intervenire?

R. Tra i vari compiti che l’ Amministratore deve svolgere in base all’art.1130 c.c. vi è quello di garantire il godimento della cosa comune, senza ledere i diritti degli altri condomini. In caso non attivazione da parte dell’Amministratore si può citare il condominio e quindi l’Amministratore, davanti al Giudice di Pace per rappresentare il caso e chiedere una sentenza sulla controversia.

D. Si è verificata una infiltrazione da un terrazzo che ha causato notevoli danni al alcuni appartamenti sottostanti. L’Amministratore può intervenire per decidere i lavori da fare automaticamente?

R. Si, può farlo, in base all’art. 1134 c.c. in quanto trattasi di lavori con carattere d’urgenza. Questo in base ad un principio di buona diligenza del buon padre di famiglia per evitare che i danni aumentino e peggiorino. La spesa di ripartizione sarà suddivisa per due terzi a carico dei proprietari sottostanti il terrazzo e per un terzo a carico del condominio che ha la proprietà o l’uso esclusivo del terrazzo medesimo.

D. Abbiamo scoperto, casualmente, che l’Amministratore ha causato un debito con la Banca dove normalmente versiamo le quote condominiali; Chi e cosa bisogna fare per disconoscere tale debito da parte del condominio?

R. Anche un solo condomino può chiedere alla Banca la revoca della firma dell’Amministratore qualora non lo facesse si ritiene la Banca la sola responsabile per aver concesso “lo Scoperto” sul C/C condominiale senza la necessaria autorizzazione dell’assemblea del condominio.

D. L’Amministratore di Condominio deve fatturare corsi di formazione per svolgere tale attività? Se sì , di quante ore?

R. Si, deve dare la prova di aver effettuato regolarmente corsi di formazione per 72 ore e annualmente deve partecipare ad almeno 15 ore di aggiornamento . Questo lo si può chiedere formalmente da qualsiasi condominio.

a cura di Filippo Crocè