Risultati della ricerca

La 6 ore di roma: l’ultramaratona che muove la capitale

Pubblicato da quadrifoglio on 23 maggio 2019
| 0

La asd villa De Sanctis in collaborazione con il white shoes runners club e la Quadrifoglio immobiliare, il prossimo 13 luglio organizza la prima edizione dell’Ultramaratona e maratona 6 ore di Roma, all’interno del parco di Villa De Sanctis con il patrocinio della Quadrifoglio immobiliare, vero banco di prova per gli appassionati di podismo che unisce natura e passione per lo sport.

Correre per sei ore sotto le stelle e in mezzo alla natura, con la voglia di sfidare i propri limiti e stare insieme in una splendida “notte di sport” di mezza estate. Questi gli obiettivi salienti della prima edizione dell’ultramaratona della 6 ore di Roma, con la nostra azienda che sarà parte integrante del comitato organizzatore insieme al “white shoes runners club” e la partecipazione straordinaria, nella doppia veste di atleta concorrente e madrina della cantante e atleta paralimpica Annalisa Minetti.

La gara podistica avrà luogo sabato 13 luglio 2019 presso lo splendido percorso di 1 km all’interno del parco di Villa De Sanctis in via dei Gordiani snc in Roma e l’obiettivo è semplice, ovvero correre anche solo pochi metri in più del chilometraggio previsto per una maratona classica, ovvero 42 km e 195 metri (da cui la definizione di ultramaratona a “classificare” la corsa stessa). La gara si svolgerà per l’appunto nell’arco di sei ore dalla mezzanotte del 13 luglio prossimo alle 6 di mattina e si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica e vedrà tra i propri partecipanti anche il nostro amministratore unico Francesco Crocé ed è rivolta a tutti gli iscritti Fidal (o di un ente analogo di promozione sportiva) che abbiano compiuto il ventesimo anno di età alla data del 12 luglio 2019, provvisti di certificato medico sportivo valido per la pratica sportiva dell’atletica leggera e sarà disputata in qualsiasi condizione atmosferica, pioggia compresa.

Per iscriversi basta recarsi al link https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=365954430858183&id=356178881835738&__tn__=K-R e compilare il relativo form di iscrizione presente sulla pagina web ed il numero massimo di partecipanti verrà deciso insindacabilmente dall’organizzazione stessa, che in qualsiasi momento potrà bloccare le iscrizioni. Per ulteriori informazioni rivolgersi via mail all’indirizzo iscrizione6orediroma@gmail.com.

Il regolamento prescrive come a essere premiati, saranno i primi tre classificati della 6 ore di ambo i sessi e nel dettaglio, ad ogni atleta saranno conteggiati i giri interi di circuito percorsi nell’arco della gara e, per quanto riguarda tutti i calcoli utili al risultato finale, saranno arrotondati per difetto al metro interno inferiore. Va da sé che per essere “in classifica” tutti i partecipanti dovranno percorrere anche solo 1 metro in più dei canonici 42 km e 195 metri della maratona classica e vincerà chi avrà percorso più giri complessivi al di sopra di questa soglia. Ad ogni atleta saranno conteggiati i giri interi di circuito percorsi nell’arco della gara. Per consentire un’esatta rilevazione delle distanze percorse dai concorrenti, a pochi minuti dal termine (ore 06:00 del 14 luglio 2019) dell’ultima mezz’ora di gara ogni atleta sarà munito di apposito contrassegno numerato, che ogni partecipante dovrà lasciare sul punto esatto raggiunto allo scadere delle 6 ore, il tutto sotto la stretta sorveglianza dei Giudici di gara.

In chiusura abbiamo ascoltato al riguardo le impressioni del presidente della Asd Villa De Sanctis – Adalberto Sabatella – società che organizza e ospita la “Sei Ore” per avere qualche dettaglio in più: “Siamo molto contenti – esordisce Sabatella – in quanto questa sarà la prima ultramaratona che si correrà a Roma ed essere noi ad ospitarla e organizzarla ci riempie di responsabilità e orgoglio, abbiamo richiesto il patrocinio del comune e avremo come sponsor principali La Quadrifoglio immobiliare e la Banca di Credito Cooperativo”. Il percorso è in via di omologazione dalla Fidal ed è tarato per essere un chilometro all’interno del parco di Villa De Santis che possa essere percorso da circa 150 runners, non troppi di più per non creare un effetto “calca” durante la gara e rendere fluido lo svolgimento della corsa. In particolare la data del 13 luglio dovrebbe coincidere con una notte di plenilunio, particolare che possa dare un tocco di magia e atmosfera in più alla gara stessa, che io stesso, se non sarò troppo pressato dagli impegni lavorativi, vorrei correre. In particolare, pensando al tipo di competizione, invito tutti, anche chi non ha mai corso una maratona, a prendervi parte, perché si corre immersi nel verde e perché a differenza della maratona vera e propria, dove si deve correre sempre con un occhio al cronometro, la Sei ore è una sfida con se stessi dove si può correre più liberamente, dando tutto ciò che si ha nelle gambe, con l’unico obiettivo di percorrere almeno la distanza di una maratona classica o poco di più, per entrare in classifica, il che la rende una sfida aperta a tutti. “E poi, lasciatemelo dire, la medaglia prevista per chi arriverà nei tempi previsti è veramente bellissima”.

Non ci resta che augurare a tutti i partecipanti della 6 ore di Roma, buona gara e darvi appuntamento a questo splendido evento di sport che unisce podismo, natura e passione per la corsa in un’unica splendida cornice naturale, capace di unire come solo lo sport sa fare.

 

Giovanni Crocé, maggio 2019